News

, 3 Febbraio 2015 - 10:55

Strada facendo: i giovani verso la cittadinanza attiva globale

E' stato ufficialmente avviato il progetto "Strada facendo: i giovani verso la cittadinanza attiva globale", grazie al contributo della Fondazione Banco di Sardegna.

Il progetto promosso dalla ONG Asecon in partenariato con l'Istituto Professionale per i Servizi Sociali "Sando Pertini di Cagliari", il Forum SAD Nazionale, il Coordinamento La Rete Sarda della Cooperazione Internazionale e il CSV - Sardegna Solidale, affronta le difficoltà e spesso le profonde lacune, che investono l'educazione interculturale nei giovani, con particolare riferimento all'area metropolitana di Cagliari.

In un contesto come quello sardo, oggi sempre più attraversato da dinamiche migratorie provenienti dal continente africano, ma anche storicamente aperto all'incontro con l'altro, tanto per caratteristiche di insularità quanto per opportunità di sviluppo commerciale e delle coste - spesso crocevia delle grandi civiltà del Mediterraneo - si rende quanto mai necessario riattivare una fioritura dei processi di cooperazine internazionale costruendo una nuova collaborazione fra popoli e stimolando uno scambio di saperi e identità a partire dalle nuove generazioni.

Risulta dunque fondamentale investire nel ruolo della scuola come attore educativo primario nella costruzione di una cittadinanza scolastica capace di portare i valori della propria identità culturale nel confronto con l'esterno, in un'ottica di scambio e interazione di saperi e conoscenze.

Attraverso una forte adesione ai progetti di volontariato e sostegno a distanza, la scuola ha infatti la possibilità di ampliare e internazionalizzare la propria offerta formativa realizzando un futuro dove le nuove generazioni siano capaci di esprimersi come nuovi cittadini del mondo aperti, nel confronto e nell'apertura all'altro.

Il progetto nello specifico mira ad innescare nei giovani comportamenti e processi virtuosi basati sul rispetto dell'individuo, dei diritt e del mondo in cui vivono e porre le basi per sviluppare in loro un senso critico che superi il pregiudizio, per orientari ad una visione multifattoriale della realtà.

Beneficiari diretti delle attività sono le classi IV dell'Istituto "Sandro Pertini" di Cagliari, che saranno coinvolti in un percorso di formazione alternativa. Una classe IV è stata selezionata come classe pilota, gli alunni al termine del percorso saranno preparati a progettare interventi e azioni di solidarietà, cooperazione, sostegno a distanza, cittadinanza attiva e ad entrare nel mondo del volontariato, anche conle competenze necessarie per la costituzione di un sodalizio.

Indietro