Eventi

Domenica, 12 Gennaio 2020 - 18:11

Nuovi percorsi culturali di A.Se.Con.

 

Con la costruzione dei «Nuovi percorsi culturali» l’A.se.con, la Di.vo. Sardegna e Amici di Sardegna vogliono proporre una visione nuova e moderna della città di Cagliari ai suoi cittadini e a chiunque fosse interessato a conoscere meglio la nostra bellissima città.

La comunicazione dei valori connessi alle tematiche culturali è da vari anni oggetto di rinnovato interesse, la presenza di una platea sempre più vasta di persone interessate alla storia e alla cultura della propria città, sta portando alla creazione di nuove modalità di comunicazione e diffusione, molto attente caratterizzate da nozioni complete e non banali.

Questa progressiva crescita degli interessi delle persone verso i temi della cultura in generale, da un lato è frutto
della esponenziale disponibilità di informazioni date dalla modernità (molti gruppi social hanno carattere celebrativo del passato, espresso ad esempio nella diffusione e condivisione delle raccolte di immagini e cartoline d’epoca), da un altro punto di vista evidenzia l’opportunità di riscoprirsi nelle radici e nel senso identitario contenuto nel patrimonio culturale, in particolare in quello diffuso nel territorio.

I Nuovi percorsi culturali, basandosi sulle ricerche più attuali, cercheranno di rispondere a questa crescente curiosità verso la storia e la cultura di Cagliari.

La costruzione di itinerari di storia pubblica risponde a nuove istanze culturali e costituisce una importante frontiera della comunicazione. La possibilità di offrire gli esiti della ricerca universitaria ad un numero di persone molto più alto dei soli studiosi e ricercatori spinge alla creazione di nuovi strumenti narrativi che siano adeguati alla divulgazione.
La ricerca storica recente offre alla città moderna nuove e più corrette chiavi di lettura culturali e ambientali, ed è quindi necessario un processo di ricostruzione delle relazioni storiche tra i luoghi, andando incontro alle richieste di un nuovo turismo legato alla misura umana del territorio e della sua storia. Si tratta di turismo ma anche del desiderio dei cittadini di partecipare a itinerari speciali capaci di raccontare i propri luoghi, punti focali della nuova dimensione culturale e monumentale.

La costruzione di itinerari porta con sé la costruzione di storie, di racconti e di analisi di segni territoriali, riconnettendo le parti urbane in un nuovo sistema di relazioni con la cittadinanza. La nuova geografia che ne deriva permette l’elaborazione di un processo di revisione culturale del patrimonio ambientale sulla quale ancorare più utilmente i processi di conoscenza della storia della città, dei suoi luoghi e del suo patrimonio architettonico.

 

https://www.facebook.com/groups/569420630298712/

Indietro